Storia dell’animazione giapponese

L’editore Tunué ha recentemente presentato un volume di ben 605 pagine intitolato “Storia dell’animazione giapponese Autori, arte, industria, successo dal 1917 ad oggi” di Guido Tavassi. Si tratta di un’opera aggiornatissima che analizza in prospettiva storica tutto il complesso universo dell’animazione giapponese, comprendendo sia gli aspetti commerciali e industriali che quelli indipendenti e artistici. È da tempo che sostengo le l’insegnamento del mondo fantastico del disegno giapponese (manga o anime che sia) dovrebbe entrare nei programmi scolastici perché il modello valoriale complesso aiuterebbe a definire nuovi livelli di consapevolezza. Il manga e l’anime non sono solo intrattenimento ma scavano nel profondo nei sentimenti, nelle paure e nella cultura giapponese.
Non solo, un occhio attento rivela, nei diversi momenti e periodi come la rappresentazione e la costruzione scenica siano andati sempre più affinandosi e come spesso il linguaggio del manga abbia preso molto dal cinema e dalla necessità di raccontare in quadri distinti azioni che avevano una continuità spaziale e temporale. Il libro potete ordinarlo a questo indirizzo e qui sotto trovate le prime pagine.

[issuu width=580 height=440 embedBackground=%23000000 backgroundColor=%23222222 documentId=121026120240-2b3d06f8d3064d9094391b803d2e7c81 name=storia_animazione_giapponese_issuu username=tunue tag=animazione unit=px v=2]

Del libro ne ha parlato anche Gianluca Nicoletti all’interno di Melog – La realtà condivisa su Radio 24 con la puntata intitolata Mondo Manga. Qui potete ascoltare il podcast della trasmissione con l’intervista all’autore, a Marco Pellitteri che ha scritto un saggio nel libro e altri esperti.

Questa voce è stata pubblicata in anime, Libri, manga e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.