Licenze libere

Per licenza libera si intende l’applicazione ad un’opera di uno strumento per garantirne la libertà d’utilizzo, di studio, di modifica e di condivisione.
Il tema della licenza libera emerge nei primi anni ’80 con la diffusione del software aperto in particolare in ambito accademico e più precisamente negli USA.
Le licenze libere si basano sul concetto di copyleft (permesso d’autore) che si contrappone al copyright (diritto di copia).

SCARICA IL PDF CON TUTTE LE LICENZE

La differenza può essere sintetizza nel seguente modo:

  • Copyright > permette solo all’autore (o chi assume il diritto d’autore) l’esclusività di esercitare qualsiasi diritto di utilizzazione
  • Copyleft > permette a chiunque di utilizzare, studiare, modificare e ridistribuire l’opera lasciando intatti i diritti morali sull’opera stessa

Le licenze raccolte sono state classificate per la loro destinazione in maniera semplicata:

  • SW – Licenze per software
  • DO – Licenze per documenti, documentazione e manuali software
  • DA – Licenze per dati, open data, contenuti di altro genere

Classificazione delle licenze

Riportiamo di seguito l’elenco delle licenze discusse in questo documento.

Licenze di pubblico dominio (Public Domain – PD)

  • Creative Commons CC0
  • WTFPL
  • Unlicense

Licenze permissive (Permissive licenses – PL)

  • BSD License
  • ISC License
  • MIT License
  • X11 License
  • Apache License
  • Netscape Public License – NPL
  • Mozilla Public License
  • Creative Commons Attribution
  • Open Data Commons Open Database License (ODbL)
  • Italian Open Data License v1.0 (IODL 1.0)
  • Italian Open Data License v2.0 (IODL 2.0)

Licenze Copyleft e Patentleft

  • GNU GPL
  • GNU LGPL
  • GNU AGPL
  • Creative Commons Attribution Share-Alike
  • Mozilla Public License

Common Development and Distribution License

  • GNU GFDL
  • Free Art License


Licenze di pubblico dominio (Public Domani – PD)

Creative Commons CC0

La licenza Creative Common CC 0 (CC Zero) disponibile dal 2009 non è di fatto una licenza perché non riserva alcun diritto ma i prodotti sono di fatto di pubblico dominio.

WTFPL

Si tratta di una licenza di fatto di Pubblico Dominio che permette la ridistribuzione e modifica libera.
È una licenza compatibile con GNU GPL (anche se non raccomandata da GNU) e il suo nome WTFPL è l’acronimo di Do What The Fuck You Want To Public License. La prima versione fu scritta da Banlu Kemiyatorn nel 2000 e la seconda da Sam Hocevar (project leader dello sviluppo del sistema operativo Debian). Non è approvata da OSI e non è una licenza Copyleft.

Testo licenza prima versione:

do What The Fuck you want to Public License

Version 1.0, March 2000
Copyright (C) 2000 Banlu Kemiyatorn (]d).
136 Nives 7 Jangwattana 14 Laksi Bangkok
Everyone is permitted to copy and distribute verbatim copies
of this license document, but changing it is not allowed.

Ok, the purpose of this license is simple
and you just

DO WHAT THE FUCK YOU WANT TO.

Unlicense

Unlicense è una forma di distribuzione di pubblico dominio dove nessun diritto è riservato. È stata resa disponibile dal 2010.

This is free and unencumbered software released into the public 
domain.

Anyone is free to copy, modify, publish, use, compile, sell, or
distribute this software, either in source code form or as a 
compiled binary, for any purpose, commercial or non-commercial, 
and by anymeans.

In jurisdictions that recognize copyright laws, the author or 
authors of this software dedicate any and all copyright interest 
in the software to the public domain. We make this dedication for 
the benefit of the public at large and to the detriment of our 
heirs and successors. We intend this dedication to be an overt 
act of relinquishment in perpetuity of all present and future 
rights to this software under copyright law.

THE SOFTWARE IS PROVIDED "AS IS", WITHOUT WARRANTY OF ANY KIND,
EXPRESS OR IMPLIED, INCLUDING BUT NOT LIMITED TO THE WARRANTIES 
OF MERCHANTABILITY, FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE AND 
NONINFRINGEMENT. IN NO EVENT SHALL THE AUTHORS BE LIABLE FOR ANY 
CLAIM, DAMAGES OR OTHER LIABILITY, WHETHER IN AN ACTION OF 
CONTRACT, TORT OR OTHERWISE, ARISING FROM, OUT OF OR IN 
CONNECTION WITH THE SOFTWARE OR THE USE OR OTHER DEALINGS IN THE 
SOFTWARE.

For more information, please refer to <http://unlicense.org/>

Licenze permissive (Permissive licenses – PL)

BSD License

Utilizzata per la prima volta per la distribuzione del sistema operativo UNIX Berkeley Software Distribution (UNIX BSD) sviluppato nell’Università di Berkeley in California, è stata declinata in diverse versioni classificate in base al numero di clausole.

Licenza BSD originale (4 clausole) del 1990

Copyright (c) <year>, <copyright holder>
All rights reserved.

Redistribution and use in source and binary forms, with or 
without modification, are permitted provided that the following 
conditions are met:
1. Redistributions of source code must retain the above 
copyright notice, this list of conditions and the following 
disclaimer.
2. Redistributions in binary form must reproduce the above 
copyright notice, this list of conditions and the following 
disclaimer in the documentation and/or other materials provided 
with the distribution.
3. All advertising materials mentioning features or use of this 
software must display the following acknowledgement:
This product includes software developed by the <organization>.
4. Neither the name of the <organization> nor the
names of its contributors may be used to endorse or promote 
products derived from this software without specific prior 
written permission.

THIS SOFTWARE IS PROVIDED BY <COPYRIGHT HOLDER> ''AS IS'' AND 
ANY EXPRESS OR IMPLIED WARRANTIES, INCLUDING, BUT NOT LIMITED 
TO,  THE IMPLIED WARRANTIES OF MERCHANTABILITY AND FITNESS FOR 
A PARTICULAR PURPOSE ARE DISCLAIMED. IN NO EVENT SHALL 
<COPYRIGHT HOLDER> BE LIABLE FOR ANY DIRECT, INDIRECT, 
INCIDENTAL, SPECIAL, EXEMPLARY, OR CONSEQUENTIAL DAMAGES 
(INCLUDING, BUT NOT LIMITED  TO, PROCUREMENT OF SUBSTITUTE 
GOODS OR SERVICES; LOSS OF USE, DATA, OR PROFITS; OR BUSINESS 
INTERRUPTION) HOWEVER CAUSED AND ON ANY THEORY OF LIABILITY, 
WHETHER IN CONTRACT, STRICT  LIABILITY, OR TORT (INCLUDING 
NEGLIGENCE OR OTHERWISE) ARISING  IN ANY WAY OUT OF THE USE 
OF THIS SOFTWARE, EVEN IF ADVISED OF THE POSSIBILITY OF 
SUCH DAMAGE.

Licenza BSD modificata/Nuova licenza BSD (3 clausole) del 1999

Copyright (c) <year>, <copyright holder>
All rights reserved.

Redistribution and use in source and binary forms, with or 
without modification, are permitted provided that the following 
conditions are met:
1. Redistributions of source code must retain the above 
copyright notice, this list of conditions and the following 
disclaimer.
2. Redistributions in binary form must reproduce the above 
copyright notice, this list of conditions and the following 
disclaimer in the documentation and/or other materials provided 
with the distribution.
3. Neither the name of the <organization> nor the
names of its contributors may be used to endorse or promote 
products derived from this software without specific prior 
written permission.

THIS SOFTWARE IS PROVIDED BY <COPYRIGHT HOLDER> ''AS IS'' AND 
ANY EXPRESS OR IMPLIED WARRANTIES, INCLUDING, BUT NOT LIMITED 
TO, THE IMPLIED WARRANTIES OF MERCHANTABILITY AND FITNESS FOR A 
PARTICULAR PURPOSE ARE DISCLAIMED. IN NO EVENT SHALL <COPYRIGHT 
HOLDER> BE LIABLE FOR ANY DIRECT, INDIRECT, INCIDENTAL, SPECIAL, 
EXEMPLARY, OR CONSEQUENTIAL DAMAGES (INCLUDING, BUT NOT LIMITED 
TO, PROCUREMENT OF SUBSTITUTE GOODS OR SERVICES; LOSS OF USE, 
DATA, OR PROFITS; OR BUSINESS INTERRUPTION) HOWEVER CAUSED AND
ON ANY THEORY OF LIABILITY, WHETHER IN CONTRACT, STRICT 
LIABILITY, OR TORT (INCLUDING NEGLIGENCE OR OTHERWISE) ARISING 
IN ANY WAY OUT OF THE USE OF THIS SOFTWARE, EVEN IF ADVISED 
OF THE POSSIBILITY OF SUCH DAMAGE.

Licenza BSD Semplificata/ Licenza FreeBSD (2 clausole) del 2008

Copyright (c) <YEAR>, <OWNER>
All rights reserved.

Redistribution and use in source and binary forms, with or 
without modification, are permitted provided that the following 
conditions are met:

1. Redistributions of source code must retain the above 
copyright notice, this list of conditions and the following 
disclaimer. 
2. Redistributions in binary form must reproduce the above 
copyright notice, this list of conditions and the following 
disclaimer in the documentation and/or other materials provided 
with the distribution.

THIS SOFTWARE IS PROVIDED BY THE COPYRIGHT HOLDERS AND 
CONTRIBUTORS "AS IS" AND ANY EXPRESS OR IMPLIED WARRANTIES, 
INCLUDING, BUT NOT LIMITED TO, THE IMPLIED WARRANTIES OF 
MERCHANTABILITY AND FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE ARE
DISCLAIMED. IN NO EVENT SHALL THE COPYRIGHT OWNER OR 
CONTRIBUTORS BE LIABLE FORANY DIRECT, INDIRECT, INCIDENTAL, 
SPECIAL, EXEMPLARY, OR CONSEQUENTIAL DAMAGES(INCLUDING, 
BUT NOT LIMITED TO, PROCUREMENT OF SUBSTITUTE GOODS OR SERVICES;
LOSS OF USE, DATA, OR PROFITS; OR BUSINESS INTERRUPTION) 
HOWEVER CAUSED AND ON ANY THEORY OF LIABILITY, WHETHER IN 
CONTRACT, STRICT LIABILITY, OR TORT (INCLUDING NEGLIGENCE OR 
OTHERWISE) ARISING IN ANY WAY OUT OF THE USE OF THIS SOFTWARE, 
EVEN IF ADVISED OF THE POSSIBILITY OF SUCH DAMAGE.

The views and conclusions contained in the software and 
documentation are those of the authors and should not be 
interpreted as representing official policies,  either expressed 
or implied, of the FreeBSD Project.

ISC License

È una licenza di software libero creata nel 2008 da Internet Systems Consortium (ISC) l’organismo (fondato nel 1994) che mantiene software e sistemi considerati essenziali al funzionamento delle infrastrutture di Internet. È equivalente ad una licenza BSD semplificata a 2 clausole.

Il testo della licenza è questo:

«Copyright (c) 4-digit year, Company or Person's Name <E-mail 
address>

Permission to use, copy, modify, and/or distribute this software
for any purpose with or without fee is hereby granted, provided 
that the above copyright notice and this permission notice appear 
in all copies.

THE SOFTWARE IS PROVIDED "AS IS" AND THE AUTHOR DISCLAIMS ALL 
WARRANTIES WITH REGARD TO THIS SOFTWARE INCLUDING ALL IMPLIED 
WARRANTIES OF MERCHANTABILITY AND FITNESS. IN NO EVENT SHALL THE 
AUTHOR BE LIABLE FOR ANY SPECIAL, DIRECT, INDIRECT, OR 
CONSEQUENTIAL DAMAGES OR ANY DAMAGES WHATSOEVER RESULTING FROM 
LOSS OF USE, DATA OR PROFITS, WHETHER IN AN ACTION OF CONTRACT, 
NEGLIGENCE OR OTHER TORTIOUS ACTION, ARISING OUT OF OR IN 
CONNECTION WITH THE USE OR PERFORMANCE OF THIS SOFTWARE.»

MIT License

È una licenza di software libero creata dal Massachusetts Institute of Technology (MIT) nel 1988 compatibile con GPL potendo combinare insieme e ridistribuire software con licenze miste. Sulla storia di questa licenza si veda anche The mysterious history of the MIT License (permanente)

Il testo della licenza è questo:

Copyright (c) <year> <copyright holders>

Permission is hereby granted, free of charge, to any person
obtaining a copy of this software and associated documentation
files (the "Software"), to deal in the Software without
restriction, including without limitation the rights to use,
copy, modify, merge, publish, distribute, sublicense, and/or sell
copies of the Software, and to permit persons to whom the
Software is furnished to do so, subject to the following
conditions:

The above copyright notice and this permission notice shall be
included in all copies or substantial portions of the Software.

THE SOFTWARE IS PROVIDED "AS IS", WITHOUT WARRANTY OF ANY KIND,
EXPRESS OR IMPLIED, INCLUDING BUT NOT LIMITED TO THE WARRANTIES
OF MERCHANTABILITY, FITNESS FOR A PARTICULAR PURPOSE AND
NONINFRINGEMENT. IN NO EVENT SHALL THE AUTHORS OR COPYRIGHT
HOLDERS BE LIABLE FOR ANY CLAIM, DAMAGES OR OTHER LIABILITY,
WHETHER IN AN ACTION OF CONTRACT, TORT OR OTHERWISE, ARISING
FROM, OUT OF OR IN CONNECTION WITH THE SOFTWARE OR THE USE OR
OTHER DEALINGS IN THE SOFTWARE.

X11 License

La licenza X11 (detta anche MIT X o MIT/X Consortium License) è una variazione della licenza MIT Licence per lo sviluppo del sistema di windowing X Window System (detto anche X o X11). Sulla storia di questa licenza si veda anche The mysterious history of the MIT License (permanente)

Apache License

La Licenza Apache (Apache License) è una licenza di software libero non copyleft scritta dalla Apache Software Foundation (ASF). Le diverse versioni sono qui riassunte:

  • Apache Software License 1.0 si applica esclusivamente alle versioni legacy del software Apache. Viene rilasciata nel 1995 come modifica della 4-clause license (original “BSD License”) del 1990.
  • Apache License 1.1 venne approvata dalla Apache Software Foundation (ASF) nel 2000. La denominazione completa è Apache Software License 1.0.
  • Apache License 2.0 (AL 2.0) è stata rilasciata nel 2004 per migliorare la compatibilità con la licenza GNU General Public License e lo è dalla GNU GPL v3.

Netscape Public License – NPL

È una licenza di software libero che parte dalla licenza BSD modificata e la GNU General Public License sviluppata nel 1998 da Mitchell Baker in Netscape Communications che confluirà poi nella versione 1.1 della Mozilla Public License (MPL 1.1)

Mozilla Public License

Mozilla Public License (MPL) è una licenza di software libero che parte dalla licenza BSD modificata e la GNU General Public License. La versione 1.0 fu sviluppata nel 1998 da Mitchell Baker in Netscape Communications (e denominata Netscape Public License – NPL) e la versione 1.1 (MPL v1.1) dallo stesso Mitchell Baker passato alla Mozilla Foundation nel 1999. Sempre Baker nel 2012 rilascerà la versione 2.0 (MPL v2.0).
La versione MPL 2.0 è compatibile con la licenza Apache, GPL (GNU GPLv2, GNU GPLv2.1, GNU Affero GPL v3 e versioni successive).

Creative Commons Attribution

Le licenze Creative Commons (CC) sono delle licenze di diritto d’autore da utilizzare per concedere ad altri il diritto di usare o modificare un’opera. Queste licenze permettono all’autore di scegliere le modalità di utilizzo garantendo in questo modo che chi ne fa uso non infranga il diritto d’autore. Le Licenze Creative Commons sono realizzate attraverso diverse combinazioni che si inseriscono tra copyright completo (full-copyright) del modello all rights reserved (“tutti i diritti riservati”) e pubblico dominio (public domain) no rights reserved (“assenza totale di diritti”).

Le versioni sono queste:

  • CC 1.0 rilasciata nel 2002
  • CC 2.0 rilasciata nel 2004
  • CC 2.5 rilasciata nel 2005
  • CC 3.0 rilasciata nel 2007
  • CC 4.0 rilasciata nel 2013
  • CC0 (CC Zero) rilasciata nel 2009 di pubblico dominio

Queste sono le combinazioni possibili delle licenze Creative Commons

CC BY – Permette di distribuire, modificare, creare opere derivate dall’originale, anche a scopi commerciali, a condizione che venga riconosciuta una menzione di paternità adeguata, fornito un link alla licenza e indicato se sono state effettuate delle modifiche

CC BY-SA – Permette di distribuire, modificare, creare opere derivate dall’originale, anche a scopi commerciali, a condizione che venga riconosciuta una menzione di paternità adeguata, fornito un link alla licenza, indicato se sono state effettuate delle modifiche e alla nuova opera venga attribuita la stessa licenza dell’originale.

CC BY-ND – Permette di distribuire l’opera originale senza alcuna modifica, anche a scopi commerciali, a condizione che venga riconosciuta una menzione di paternità adeguata e venga fornito un link alla licenza.

CC BY-NC – Permette di distribuire, modificare, creare opere derivate dall’originale, ma non a scopi commerciali, a condizione che venga riconosciuta una menzione di paternità adeguata, fornito un link alla licenza e indicato se sono state effettuate delle modifiche.

CC BY-NC-SA – Permette di distribuire, modificare, creare opere derivate dall’originale, ma non a scopi commerciali, a condizione che venga riconosciuta una menzione di paternità adeguata, fornito un link alla licenza, indicato se sono state effettuate delle modifiche e alla nuova opera venga attribuita la stessa licenza dell’originale.

CC BY-NC-ND – Questa licenza consente soltanto di scaricare e condividere i lavori originali a condizione che non vengano modificati né utilizzati a scopi commerciali, sempre attribuendo la paternità dell’opera all’autore

Open Database License (ODbL)

La Open Database License (ODbL) è una licenza per banche dati ideata nel 2009 dalla Open Knowledge Foundation nell’ambito del progetto Open Data Commons.
Nel 2013, con la versione 4.0 le licenze Creative Commons sono state modificate e risultano utilizzabili per le banche dati.

Risorse

Open Data Commons Open Database License (ODbL) v1.0 in Open Knowledge Foundation

Italian Open Data License v1.0 (IODL 1.0)

È una licenza italiana (compatibile con CC BY-SA o ODbL) sviluppata dall’associazione di diritto privato in house della Presidenza del Consiglio – Dipartimento della Funzione Pubblica e Amministrazioni associate FormezPA (Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento delle P.A.) rilasciata in ottobre 2010.
Compatibile con Licenza Creative Commons, Attribuzione Condividi allo stesso modo (CC BY-SA), sia internazionale in versione 3.0 o successiva, in versione 2.5 o successiva
Licenza Open Data Commons, Open Database License (ODbL), in versione 1.0 o successiva.

Risorse

Italian Open Data License v2.0 (IODL 2.0)

È una licenza italiana (compatibile con CC BY-SA o ODbL) sviluppata dall’associazione di diritto privato in house della Presidenza del Consiglio – Dipartimento della Funzione Pubblica e Amministrazioni associate FormezPA (Centro servizi, assistenza, studi e formazione per l’ammodernamento delle P.A.) rilasciata in marzo 2012.
Compatibile con Licenza Creative Commons, (CC BY), sia internazionale in versione 3.0 o successiva, in versione 2.5 o successiva e con Licenza Open Data Commons, Open Database License (ODbL), in versione 1.0 o successiva

Risorse

Licenze Copyleft e Patentleft

GNU GPL

La GNU (General Public License) indicata spesso con GNU GPL o GPL è una licenza copyleft per software libero sviluppata da Richard Stallman nel 1989 per distribuire i programmi creati per il sistema operativo GNU. Agli utenti vengono garantite le quattro libertà fondamentali definite dalla Free Software Foundation:

  • Libertà 0 > libertà di eseguire il programma per qualsiasi scopo. La libertà di usare un programma significa libertà per qualsiasi tipo di persona od organizzazione di utilizzarlo su qualsiasi tipo di sistema informatico, per qualsiasi tipo di attività e senza dover successivamente comunicare con lo sviluppatore o con qualche altra entità specifica. Quello che conta per questa libertà è lo scopo dell’utente, non dello sviluppatore. Come utenti potete eseguire il programma per i vostri scopi. Se lo ridistribuite a qualcun altro, egli è libero di eseguirlo per i propri scopi, ma non potete imporgli i vostri scopi.
  • Libertà 1 > libertà di studiare come funziona il programma e di modificarlo in base alle proprie necessità. L’accesso al codice sorgente è una condizione necessaria per il software libero, altrimenti non avrebbero senso neanche la libertà 0 e la 2.
  • Libertà 2 > libertà di ridistribuire copie del programma in modo da aiutare il prossimo.
  • Libertà 3 > libertà di migliorare il programma e di distribuirne pubblicamente i miglioramenti, in modo tale che tutta la comunità ne tragga beneficio. Questa libertà comprende quella di usare e rilasciare le versioni modificate come software libero. Una licenza libera può anche permettere altri modi di distribuzione; insomma, non c’è l’obbligo che si tratti di una licenza con copyleft. Tuttavia, una licenza che imponesse che le versioni modificate non siano libere non si può categorizzare come licenza libera.

GNU LGPL

La GNU LGPL (o LGPL – Lesser General Public License) è una licenza di software libero e copyleft scritta da Richard Stallman e Eben Moglen e pubblicata dalla Free Software Foundation per rendere compatibile la GNU General Public License (GNU GPL) e altre licenze non copyleft come la Licenza BSD, la Licenza X11 e la Licenza Apache. La prima versione (chiamata GNU LGPL 2) è stata scritta nel 1991, la GNU LGPL 2.1 nel 1999 e la GNU LGPL 3 nel 2007.

GNU AGPL

La GNU AGPL (o AGPL – Affero General Public License) è una licenza di software libero e copyleft pubblicata dalla Free Software Foundation nel 2007 sviluppata per la cooperazione in rete. È simile alla GNU General Public License versione 3 (GNU GPL 3) a cui è stata aggiunta una sezione sull’uso del software in rete.

Creative Commons Attribution Share-Alike

vedi Creative Commons Attribution

Common Development and Distribution License

GNU GFDL

La GNU Free Documentation License (GNU FDL) è una licenza di copyleft per contenuti liberi, creata dalla Free Software Foundation per il progetto GNU e pensata per la distribuzione della documentazione di software e materiale didattico. Wikipedia ha utilizzato la licenza GNU FDL dal 2001 al giugno 2009 quando è passata alle licenze Creative Commons. Queste le diverse versioni:

  • GNU FDL 1.0 rilasciata nel 1999
  • GNU FDL 1.1 rilasciata nel 2000
  • GNU FDL 1.2 rilasciata nel 2006
  • GNU FDL 1.3 rilasciata nel 2007 che ammette che alcuni materiali possano essere utilizzati anche con licenza Creative Commons Attribution Share-Alike

Free Art License

La Licence Art Libre (LAL) o anche Free Art License (FAL) è una licenza copyleft francese per opere artistiche creata nel 2000 ispirandosi GNU General Public License ma dedicata alle opere d’arte. Il lavoro è la conseguenza delle attività della mailing list Copyleft Attitude e si ispira alla libertà di usare, copiare, distribuire, trasformare le opere d’arte con il conseguente divieto di esclusiva.
La licenza aderisce alla normativa giuridica internazionale sulla proprietà letteraria ed artistica valida in tutti i paesi firmatari della Convenzione di Berna (1886).
Il collettivo Copyleft Attitude nel 2014 ha riconosciuto che Free Art License è legalmente compatibile con la licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 4.0 International (CC BY-SA 4.0).

Le versioni sono queste:

  • FAL 1.0 rilasciata nel 2000
  • FAL 1.3 rilasciata nel 2007
Questa voce è stata pubblicata in digitale, open data, SmartData. Contrassegna il permalink.