Progetto di una fotocamera per la dagherrotipia

Ai tempi delle fotocamere digitali, dell’immagine in movimento che ha soppiantato il concetto di “fissazione del momento”, i dagherrotipi mantengono intatto il loro fascino.  La fotocamera per la dagherrotipia è al tempo stesso strumento didattico, sperimentazione e passione. Unisce fisica, chimica e arte. Un intreccio che ci riporta al 1839, anno di presentazione al pubblico della prima fotocamera e che richiama il concetto di “slow imaging”, di riprendersi il tempo per pensare una, un’unica sola foto, irriproducibile e impalpabile. Continua a leggere

Pubblicato in arte, design, didattica, DIY, ricerca, Storia | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati su Progetto di una fotocamera per la dagherrotipia

Alinari Image Museum di Trieste

A Trieste, dentro il Castello di San Giusto si trova il nuovissimo Alinari Image Museum (AIM), una struttura che accogli mostre ed è un nuovo spazio espositivo multimediale dedicato all’immagine digitale. Trieste ha una grandissima tradizione fotografica ed è stata, ed è, il centro della cultura e arte mitteleuropea.
Uno spazio, quello di Alinari Image Museum che offre l’interattività e l’esperienza multimediale in una chiave di facile accesso e del tutto coinvolgente. Continua a leggere

Pubblicato in arte | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati su Alinari Image Museum di Trieste

Il desiderio di René Girard

Tra i tanti studi e ricerche di René Girard (1923-2015), uno dei più noti e peraltro utilizzati anche pragmaticamente nel marketing e nella vendita c’ io concetto di desiderio mimetico. Molte sono state le deformazioni, le interpretazioni, le manipolazioni del pensiero di Girard, su questo tema. Si sono spesso amputate delle parti ed utilizzate come citazioni o peggio slogan. Il pensiero è complesso e va letto, nella sua necessaria complessità, attraverso fonti dirette o al massimo interpretazioni fedeli e accurate.   Continua a leggere

Pubblicato in Libri, società | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Il desiderio di René Girard

L’arte di Yuri

Ogni anno, il 12 aprile si festeggia in tutto il mondo l’anniversario del primo volo nello spazio (12.04.1961) di Yuri Gagarin a bordo della Vostok 1 con la Yuri’s Night, una manifestazione che avviene in contemporanea con 198 eventi in 50 paesi.
L’evento storico, per gli USA addirittura scioccante, ebbe una enorme ripercussione nelle scelte strategie successive e diede un’enorme accelerazione al piano americano di conquista della Luna. Sul piano artistico furono migliaia le opere dedicate all’evento, alcune molto ingenue, altre più alte e profonde. Continua a leggere

Pubblicato in arte, astronautica | Contrassegnato , , , | Commenti disabilitati su L’arte di Yuri

Constantin Brancusi – VIDEO

La formazione di Constantin Brancusi (Pestisani, Romania 1876 – Parigi 1957) avviene prima nella Scuola di Arte e mestieri di Craiova e dopo all’Accademia di Bucarest. Inizia a lavorare a Vienna e Monaco  (1899-1904) e poi arriva a Parigi (1904). Dal 1908 inizia a dialogare con altri artisti tra cui Amedeo Modigliani e Marcel Duchamp. Questo post raccoglierà i diversi video che illustrano lo sviluppa del pensiero artistico dell’artista rumeno. Continua a leggere

Pubblicato in arte | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Constantin Brancusi – VIDEO

Il bot che ti ispira e persuade

Farsi ispirare, motivare. La persuasione si può raggiungere solo con le parole? E se queste parole fossero generate automaticamente? È questa la sfida di Persado una azienda nata come spin-off con una cognitive content platform di Upstream, una società di mobile marketing.
L’azienda afferma che migliora in maniera determinante l’efficienza della comunicazione inducendo l’utente a passare all’azione. Una serie di modelli adattativi hanno permesso a Persado di costruire delle soluzioni che Continua a leggere

Pubblicato in digitale, social media | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Il bot che ti ispira e persuade

Letture – Natalia Ginzburg sulla scuola

natalia ginzburgAl rendimento scolastico dei nostri figli, siamo soliti dare un’importanza che è del tutto infondata. E anche questo non è se non rispetto per la piccola virtù del successo. Dovrebbe bastarci che non restassero troppo indietro agli altri, che non si facessero bocciare agli esami; ma noi non ci accontentiamo di questo; vogliamo, da loro, il successo, vogliamo che diano delle soddisfazioni al nostro orgoglio. Continua a leggere

Pubblicato in didattica | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Letture – Natalia Ginzburg sulla scuola

Open Data solo pubblici?

robotSul tema Open Data ho avuto modo di confrontarmi più volte con colleghi ed esperti. Spesso ho riscontrato che si da per scontato che i dati provenienti dalla PA e più in generale pubblici debbano essere forniti in formato aperto e disponibile. Assolutamente d’accordo ma esiste un’area, non meno piccola e non meno promettente sono i dati delle imprese.
Dalla Rivoluzione Industriale, passando per la massificazione della produzione, uno degli asset più importante delle aziende erano i brevetti, i segreti industriali, le conoscenze d’impresa. Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , | Commenti disabilitati su Open Data solo pubblici?

Zoing – Stereoscopia museale 20 anni dopo

tesi_002_300Ripropongo, a distanza esattamente di 20 anni, un progetto che poi è diventato anche la tesi di laurea in Disegno Industriale all’Università IUAV di Venezia, di Luca Ferronato in cui si esploravano le possibili applicazioni stereoscopiche per la costruzione di musei misti reali-virtuali. Il progetto partiva dalla ricerca condotta nel laboratorio di tesi e ricerca NextStep e che aveva visto coinvolti una sessantina di studenti sul tema della rappresentazione tridimensionale e della Realtà Virtuale. Continua a leggere

Pubblicato in design, ricerca, università | Contrassegnato , , , , , | Commenti disabilitati su Zoing – Stereoscopia museale 20 anni dopo

I libri dei miei amici (di Facebook)

libri_300Quelli che Facebook chiama “amici” in realtà non sempre li conosci. E quale modo migliore si può trovare che leggere i loro scritti o libri per conoscerli meglio? Per questo ho chiesto, qualche tempo fa, di indicarmi i libri pubblicati dai miei contatti Facebook nell’ultimo anno. Il risultato è questo post riassuntivo in cui ho indicato, in rigoroso ordine alfabetico le produzioni dei miei “amici”. Un ringraziamento a tutti. (Non ci sei perché non hai visto il messaggio? Scrivimi su Facebook e ti aggiungo!). Continua a leggere

Pubblicato in ebook, kindle, Libri, social media, società | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , | Commenti disabilitati su I libri dei miei amici (di Facebook)